top of page

Il gioco delle potenze: "USA vs. Cina e un nuovo ordine globale"

Relatore: Alfredo Somoza, giornalista Presidente dell'Istituto Cooperazione Economica Internazionale (ICEI) di Milano.



La relazione è svolta dal Professor Alfredo Somoza, esperto di geopolitica, e riguarda gli avvenimenti che caratterizzano questa nostra epoca. L’analisi inizia ricordando la fine della “Guerra Fredda “durante la quale i due blocchi costituiti dagli Stati Uniti e all’Unione Sovietica non avevano alcun contatto ed alcun dialogo. Questo a causa della notevole differenza riguardante il loro sistema politico ed il loro sistema economico. Tutto finisce ai primi anni novanta quando inizia un nuovo bipolarismo tra gli Stati Uniti e la Cina. Bipolarismo questo assai diverso in quanto tra i due blocchi vi sono numerosi contatti; la Cina è il primo fornitore degli Stati Uniti di cui è anche il primo creditore.


Quindi il confronto è soprattutto di carattere economico, forse anche perchè una guerra con le attuali armi non avrebbe un vincitore! Appare quindi anomalo quanto avviene in Ucraina, dove si combatte una guerra che comporta un grande sacrificio sia umano che economico e dal quale la Cina ha preso le distanze. In questo scenario purtroppo l’Europa non ha un ruolo importante non essendo sufficentemente unita.


Non vi è sintonia in merito alla politica estera, non abbiamo un esercito comune e non vi è una Costituzione Europea in grado di unificare la vita politica dei vari paesi.

Solo la moneta è comune ma è troppo poco. Il tentativo di coinvolgere la Russia esorcizzando la sua pericolosità con importanti scambi commerciali non ha dato i risultati sperati.


Ora quando la guerra in Ucraina sarà finita, sarà bene indire un congresso per difinire le aree di influenza e le regole di buon vicinato, considerando che il vero pacifismo consiste nel prevenire le cause che portano ai conflitti. Le numerose domande che seguono confermano il grande interesse suscitato dall’ottima relazione.

Comentários


bottom of page